Assistenza

UNA MAGGIORE COPERTURA

A LIVELLO NAZIONALE

Lav.in Srl informa che dal giorno 1° luglio 2017 avverrà un cambio nel gestore del servizio di assistenza clienti per le proprie cappe da cucina e gli altri elettrodomestici.

 

Questa decisione è stata imposta dalla necessità di fornire ai nostri partner così come all’utente finale un servizio di assistenza più efficiente, rapido ed accessibile, che riuscisse anche ad avere una maggiore copertura a livello nazionale.

 

A partire da tale data le richieste di assistenza andranno presentate direttamente all’agenzia Business Company Spa, tramite:

 

– per l’Italia, telefonata al numero unico nazionale 199 446 096 oppure mail all’indirizzo lavin@testok.it

– per la Spagna, telefonata al numero unico nazionale 902 008 727 oppure mail all’indirizzo lavin@testok.es

 

E successiva compilazione del modulo di assistenza on-line, il quale sarà accessibile su questa stessa pagina a partire dal mese di luglio.

UN NUOVO SERVIZIO

DI ASSISTENZA ONLINE

La procedura di assistenza online sarà accessibile unicamente ai clienti in possesso del corretto codice di fatturazione per il prodotto non funzionante. L’inoltro del modulo di assistenza sarà possibile previa compilazione di una serie di campi obbligatori, fra cui i dati della cappa, il problema riscontrato e le informazioni di contatto del cliente.

 

 

Lav.in Srl ha voluto condurre un più consistente investimento anche nella manutenzione post-vendita dei propri prodotto, consapevole di quanto talvolta anche un guasto semplice possa provocare non solo un incomodo per l’utilizzatore finale, ma anche un dispendio di energie ed un danno di immagine per i propri collaboratori e rivenditori.

 

Siamo inoltre lieti di annunciare che il nuovo servizio di assistenza presenta una migliore copertura a livello nazionale ed offre la possibilità al cliente di verificare in tempo reale su internet lo stato di avanzamento della propria pratica di riparazione, estendendo il servizio al territorio della Spagna.

ISTRUZIONI PER LA RICHIESTA DI ASSISTENZA

PRIMA DI COMINCIARE

Recupera il codice di fatturazione del prodotto e la data di acquisto: puoi trovare queste informazioni nella prova di acquisto della cucina o della cappa.

 

Nel caso tu abbia problemi a reperire questi dati, prova a contattare il tuo mobiliere.

 

Ricorda: il periodo di garanzia della cappa potrebbe non coincidere con quello della cucina. Lav.in è tenuta a fornire assistenza gratuita per 2 anni a partire dalla vendita del prodotto. Onde prevenire eventuali disguidi, invitiamo i clienti ad informarsi sull’età di ciascun elettrodomestico presente nella cucina.

 

Qui a destra, un esempio di codice di fatturazione per l’acquisto individuale  di una cappa.

Recupera il numero di serie della tua cappa e il codice identificativo del modello: questi dati sono riportati in un’etichetta posizionata all’interno della cappa stessa, in genere chiaramente visibile una volta rimossi i filtri antigrasso.

Chiama il call-center (attivo dalle 10:00 alle 17:00) al numero

 

199 446 096

oppure invia una mail all’indirizzo

 

 

lavin@testok.it

Riceverai il lognum (C nell’immagine illustrativa) necessario per accedere alla tua pratica di assistenza e riparazione, da cui potrai aggiornare i dati e verificare lo stadio di avanzamento delle operazioni.

Vieni dalla Spagna e hai bisogno di aiuto
per la tua cappa?

 

Il nostro servizio di assistenza clienti è attivo anche nel tuo paese!

Chiama il call-center (attivo dalle 10:00 alle 17:00) al numero

 

902 008 727

oppure invia una mail all’indirizzo

 

 

lavin@testok.es

Compila i campi con i tuoi dati.

ALTRE VOCI

DOA (Dead on Arrival): la selezione di questa opzione spetta al centro di assistenza, previo sopralluogo di un tecnico. I problemi di malfunzionamento della cappa, infatti, potrebbero essere dovuti ad un errato montaggio.

 

CAT (Centro di Assistenza Tecnica): è il nome del riparatore che ha preso in carico il singolo utente. La compilazione di questo campo spetta all’operatore del call-center.

 

Rimborsato: anche la compilazione di questo campo spetta al centro di assistenza. Riguarda esclusivamente il rapporto fra il cliente e il mobiliere o rivenditore della cappa.

SCEGLIERE LA CAPPA

Tipo di installazione:

  1. a parete
  2. ad isola
  3. ad angolo
  4. ad incasso, quando la cappa viene fissata all’interno di un pensile

Versione:

Aspirante o filtrante. Nel primo caso l’aria aspirata viene evacuata all’esterno ed è sicuramente la soluzione più efficace, nel secondo caso l’aria aspirata viene reimmessa nell’ambiente dopo esser stata depurata tramite filtri al carbone attivi. Nel caso di connessione con l’esterno, il diametro minimo del camino dovrà essere di almeno 120 mm, con un percorso non eccessivamente lungo o tortuoso al fine di preservare l’efficacia della cappa.

Potenza di aspirazione:

Un’altra valutazione da fare è la potenza del motore (espressa in metri cubi all’ora, m3/h), la quale dovrà essere proporzionata alle dimensioni della cucina, ai tempi di utilizzo della cappa e ai tipi di cottura eseguiti più spesso. Una buona regola è quella per cui la portata del motore dev’essere pari al volume della stanza, moltiplicato per dieci, così da ripulire tutta l’aria presente nell’arco di un’ora (norma IEC EN 61591 per la salubrità degli ambienti domestici). Ad esempio, una cucina di 4×5 metri con la tipica altezza di 2,70 avrà un volume d’aria di 4x5x2,7= 54 m3, e richiederà come minimo un motore da 54×10=540 m3/h.

 

La cappa da cucina, tuttavia, raramente si trova ad operare in condizioni ottimali. Questo perché molto spesso la cucina, lungi dall’essere un ambiente isolato, comunica con altre stanze, come il soggiorno, cosa che aumenta di fatto il volume d’aria da ripulire. Inoltre, questioni di comfort acustico possono indurre a non impostare la potenza di aspirazione della cappa alla massima potenza, senza contare che sarebbe preferibile eliminare fumi e odori nel minor tempo possibile. Infine, l’abitudine a cotture molto grasse o unte, come fritture, carni o griglia, possono ridurre già sul medio termine la capacità aspirante della cappa. Oltre a questo, le dimensioni e la geometria della cappa determinano il flusso dell’aria verso il motore, e possono condizionare in parte la performance del motore. A parità di motore, una cappa con un corpo più articolato o di dimensioni maggiori avrà una capacità aspirante minore.

 

A meno di esigenze particolari, un motore dalla portata di 600-650 m3/h può essere sufficiente, mentre per gli ambienti open space o nel caso di utenti abituati a cotture impegnative è preferibile un motore da 800 m3/h ed eventualmente da 1000 m3/h.

Dimensioni e posizionamento:

Nella valutazione bisogna tenere conto anche delle dimensioni della cappa, evitando di scegliere modelli troppo piccoli rispetto alla dimensione del piano cottura sottostante.
La cappa va installata ad una misura minima di 65 cm dal piano cottura, fatta eccezione per particolari casi. La garanzia non è valida se tale distanza di sicurezza non è rispettata. La cappa non garantisce le prestazioni dichiarate se la distanza dal piano cottura supera i 75 cm.

Tutte le informazioni per un corretto montaggio si trovano nel libretto istruzioni che si trova all’interno di tutti i nostri imballi.

Per alcuni modelli di cappa c’è la possibilità di avere come optional il telecomando a radiofrequenza e il filtro carbone.

SUGGERIMENTI PER UTILIZZO, MANUTENZIONE E PULIZIA

Installazione:

A muro o ad isola. L’installazione a muro prevede solitamente l’applicazione a muro di due o più sostegni forati in acciaio, ai quali la cappa viene poi agganciata e fissata. Per i modelli ad isola, invece, il sostegno è a soffitto, e la cappa viene agganciata ad esso da viti nascoste all’interno della cappa (come nei modelli Light) oppure tramite viti a vista con finitura nichelata o satinata.

Uso:

Per un utilizzo ideale, accendere la cappa qualche minuto prima di iniziare la cottura dei cibi. Utilizzare le velocità più basse per le cotture che emanano odori e vapori deboli e quelle più alte nel caso di volumi di vapore sostenuti o di odori particolarmente intensi.

Per una totale rimozione degli odori, lasciare la cappa accesa per un certo tempo anche dopo la cottura.

Manutenzione:


Attenzione: Prima di qualsiasi operazione di manutenzione è indispensabile staccare la spina dalla presa o comunque scollegare il prodotto dalla rete elettrica.

  • Rimozione del filtro antigrasso (impedisce al grasso di danneggiare il motore). E’ importante effettuare periodicamente la manutenzione dei filtri sia per un’efficace utilizzo della cappa che perché il grasso che si deposita su di essi è incendiabile.
    I filtri antigrasso metallici vanno lavati ogni 2 mesi circa, a mano o in lavastoviglie (a basse temperature se sono in alluminio). Si consiglia di lavarli separatamente dalle altre stoviglie in caso di presenza di molto grasso.
  • Rimozione dei filtri a carbone. I filtri carbone vanno applicati solo quando la cappa è installata in versione filtrante e fungono da veri e propri depuratori dell’aria; non sono lavabili o rigenerabili e devono essere sostituiti ciclicamente.
    La saturazione del carbone attivo dipende dall’uso più o meno prolungato dell’apparecchio, ed è influenzato anche dal tipo di piano cottura e dalla regolarità con cui viene effettuata la pulizia del filtro antigrasso. In linea generale, i filtri a carbone si deteriorano prima se in presenza di gas a induzione e in caso di filtro antigrasso sporco.
    .

Pulizia:


La superficie della cappa deve essere pulita immediatamente dopo l’installazione e l’asportazione della pellicola protettiva, al fine di eliminare qualsiasi residuo di collante, impronte o altre impurità di qualsiasi genere.

  • La cappa deve essere pulita frequentemente e con cura sia esternamente sia internamente
  • Non lasciare mai accumulare sporcizia sulle superfici interne o esterne della cappa
  • Eliminare le impurità con una spugna umida e poco sapone neutro
  • Risciacquare con un panno umido
  • Asciugare con un panno morbido (se la cappa è in acciaio inox seguire il senso della satinatura del metallo)
  • Pulire il condotto interno della cappa una volta l’anno

Attenzione: Non utilizzare detergenti a base acida perché potrebbero danneggiare la superficie della cappa: usare solo detergenti neutri.

Il telecomando a radiofrequenza e i filtri a carbone di ricambio sono disponibili come optional.